Alla scoperta dei Casoni di Caorle

casone-originale-caorleNel Veneto Orientale, affacciata sul mare Adriatico c’è la graziosa città di Caorle, con i suoi Casoni sulla laguna. Località turistica presa d’assalto d’estate, è soprattutto una piccola città di mare che vive tutto l’anno, ricca di storia e tradizioni.

In questo post oggi parliamo dei Casoni, manufatti davvero caratteristici e che ben narrano la storia di chi fin dall’antichità ha vissuto questi luoghi. Vi portiamo virtualmente a visitarli, proponendovi anche un suggestivo itinerario ad anello da percorrere in sella ad una bicicletta o, se preferite, a piedi.

 

interno-casone-caorle-isola-pescatoriLe case dei pescatori: i casoni

Per la sua posizione geografica, Caorle ha da sempre avuto uno stretto rapporto con il mare e la laguna. La principale attività praticata dagli abitanti è stata per secoli quella della pesca. La posizione strategica tra le foci dei fiumi Lèmene e Livenza ed il Mar Adriatico ha fatto sì che i pescatori trovassero in questa zona la sede ideale per costruire le proprie abitazioni, rifugi o ricoveri per attrezzi e reti da pesca.

Tali costruzioni si chiamano Casoni e sostanzialmente sono le antiche abitazioni dei pescatori di Caorle. Sono fatte prevalentemente da canne palustri, lasciate essiccare ed attentamente assemblate, pali di legno, argilla.

La pianta dei casoni originali è ellittica con l’asse maggiore in direzione nord-sud. La base su cui poggiano originariamente era la terra battuta sostituita in tempi più recenti dai mattoni.

Le canne costituiscono la copertura della costruzione, molto pendente, che arriva a circa un metro da terra e composta da più strati disposti con la parte dei fiori verso il basso. Le “pareti” della base sono anch’esse costituite da canne provenienti dai canali della laguna.

casone-originale-caorle-interno

All’interno un grande focolare in mattoni serve per la cottura dei cibi. Colpisce l’attenzione del visitatore l’assenza di canna fumaria: è proprio così, il camino non c’è. Il fumo infatti fuoriesce dal casone naturalmente dalla parte superiore, filtrando tra le canne ed in tal modo la copertura, vedere per credere, si impermeabilizza. Capita di vedere delle piccole finestrelle ma sicuramente in origine, se c’erano, non se ne contavano più di due. Decisamente intenso è il profumo interno del casone un mix tra l’affumicato per il fumo, quello del pesce e della laguna.

isola-dei-pescatori-casoni-caorle

L’isola dei pescatori di Caorle

I Casoni non si trovavano concentrati in un’unica zona ma qua e là lungo i canali, fatta eccezione per quella che oggi è chiamata l’ “isola dei pescatori”. Molti di questi nel corso dei secoli, sono andati distrutti per vicissitudini storiche ed incendi. Quelli ancor oggi presenti nella loro bellezza, seppur talvolta adattati forse eccessivamente alle esigenze del XXI secolo, sono a pochi minuti di bicicletta dal centro storico di Caorle e dalle affollate spiagge. Si trovano oltre che sull’isola dei pescatori ovvero sulla confluenza tra Fiume Lèmene, Canale Nicesolo e Canale Saetta, lungo il Canale Nicesolo e nella zona di Falconera.

giro ad anello casoni caorle

 


Itinerario ad anello ai Casoni di Caorle

Il paesaggio della laguna di Caorle tra campagna e laguna è davvero affascinante e come se non bastasse, la presenza dei Casoni lo rende unico. Per questo motivo vi proponiamo un bell’itinerario ad anello da percorrere in bicicletta o, se preferite, a piedi con partenza da Caorle, destinazione Isola dei Pescatori.

Ovunque voi siate a Caorle potete salire in sella e partire. Noi, giungendo da Lido Altanea, abbiamo iniziato il nostro itinerario verso i casoni appena superata Sansonessa e precisamente al ponte girevole di ingresso alla città posto su Strada Nuova. Superato il piccolo ponte anzichè andare verso il centro di Caorle si prende la prima strada a sinistra che costeggia il Canale Saetta e si chiama Strada Palangon.

giro casoni caorle passo falconera

interno-casone-caorleDopo un paio di centinaia di metri la strada diventa bianca: Passo Falconera. Dal ponte si costeggia per 2,9 chilometri il canale lasciando via via la parte urbanizzata ed entrando in un’area rurale.

Si arriva così ad una curva a 90 gradi a destra ma.. alt: fermarsi. Siamo infatti così arrivati all’Isola dei Pescatori.

Posteggiata la bicicletta negli appositi stalli bisogna proseguire rigorosamente a piedi lungo il “sentiero pedonale” che ci conduce ai Casoni.

Pochi metri e troviamo subito il primo manufatto, ben indicato, sulla destra. Si tratta del “Casone originale”, visitabile gratuitamente sia nella parte esterna che interna, grazie alla gentile concessione dei proprietari presenti e molto disponibili.

Proseguendo a piedi ci addentriamo sull’isola e percorso un ponticello sospeso sulla laguna raggiungiamo altri Casoni visibili esternamente percorrendo la stradina e dove spesso vengono organizzate gite turistiche o feste private.

giro-casoni-caorle-isola-pescatori-ponte

Torniamo in sella alla nostra bicicletta e continuiamo l’itinerario su via dei Casoni in direzione sud-est. E’ una stradina che costeggia il canale Nicesolo a sinistra con, lungo il percorso, altri Casoni e sulla destra, la vista sull’aperta campagna. All’orizzonte, Caorle.

In un chilometro e 400 metri si raggiunge Falconera, un’altra area con numerosi Casoni ma decisamente più urbanizzata e “commerciale” con la presenza anche di ristoranti e, nelle immediate vicinanze, di alcuni campeggi.

isola-dei-pescatori-caorle-casoni

Volendo, lo consigliamo, si può fare il giro di questa zona allungando il percorso di appena 800 metri: si tratta di fare il “girotondo” e tornare al punto precedente. Il rientro verso Caorle è su strada asfaltata ed aperta al traffico, comunque non intenso in questa zona. Percorso viale dei Cacciatori per altri 800 metri si giunge su Viale Falconera, una strada parallela a Lungomare Trieste.

Da qui decisamente agevole, su strade aperte al traffico principali e laterali e dunque prestando la dovuta attenzione, raggiungere il centro del paese. In 2,3 chilometri si torna al ponte girevole, punto di partenza del nostro itinerario ai Casoni di Caorle.

casoni-isola-dei-pescatori-caorle

Dettagli utili per l’Itinerario ai Casoni

L’escursione in bicicletta è da considerarsi facile ed adatta anche ai bambini, prestando la dovuta attenzione nei tratti aperti al traffico veicolare. Non è necessario essere dotati di mountain bike: il fondo seppur in parte sterrato, è praticabile con city-bike (no bici da corsa). La lunghezza dell’itinerario proposto è di 8,8 chilometri, anche accorciabili se si parte ed arriva in centro, percorrendo altre vie, più dirette. Nel tratto di strada bianca non sono presenti punti di appoggio.

Informazioni e link utili

Portale Ufficiale di Caorle – Consorzio di promozione turistica Caorle e Veneto Orientale
Vacanze a Caorle – Agenzia Lampo

 

Commenti